The Thorvaldsens Museum Archives

 
No. 5062 of 10246
Sender Date Recipient
Luigi Bienaimé [+]

Sender’s Location

Rom

8.2.1830 [+]

Dating based on

Dateringen fremgår af brevet.

Bertel Thorvaldsen [+]

Recipient’s Location

München

Information on recipient

Ingen udskrift.

Abstract

The commentary for this letter is not available at the moment.

See Original [Translation]

Illuss.mo Sig.re Thorvaldsen
Mio Car.mo Maestro

Fra le lettere che mi faccio un dovere di rimetterle ve n’è una di Betmen pel quale, il Sig.re Chiaveri mi ha fatta premura di ordinare le casse per i bassirilievi, acciò siano pronte intanto che da Lei venga l’ordine per la spedizione. Chiaveri mi ha detto di aver avuto l’ordine di pagarle quello che deve avere pel prezzo dei bassirilievi, e mi ha incaricato di farle tanti saluti. Gli notifico che li due marmi destinati per l’esecuzione degli Apostoli, non è possibile farci sortire queli da Lei destinati per quanto io gli abbia ben esaminati; attendo i suoi ordini, se vuole costittuire altri Apostoli. Intanto ho fatto principiare il ritrato di Potoschi, e il bassorelievo del Genio, a Monti. Valadier mi ha dati i disegni per l’Architettura di Pio 7. e presentemente mi adopro, per scandagliare i marmi più adattati per li piedestali.

Sento vociferare che Lei prima di ritornare a Roma passerà in Polonia, e se ciò verro fosse, io prevedo che la sua assenza sarebbe ben lunga, onde se per Aprile non fosse ancor giunto in Roma, la pregherei di farmi per il mese di Giugno una picola rimessa di denari e cosi non avrò bisogno di assoggettarmi a nessuno.

Lo studio va benissimo, novità non ve ne sono, e solo posso dirle che tra i forestieri non ve nè uno che pensi ad ajutare gli artisti.

Io seguito e seguiterò sempre ad adoprarmi con zelo e col piu vivo interesse per quanto mi abbia affidato, e si persuada che tutti i miei voti e sforzi ad altro non tendono che a poterla contentare in tutto, e farle apertamente vedere quanto sia il vero attaccamento, no chè l’interesse che nutro per la sua persona, e vorrei avere maggiori prove per dimostrarle se sono veraci questi miei sentimenti. Non mai esigerò da Lei dei sacrifizj, o altre cose che potessero esserle d’incomodo, ma soltanto gradirò che alcune di quelle tante commissioni che Ella sempre va ricusando, ne accettase qualcuna per me, e così facendo non avrà il dispiacere di vedere un suo fedele allievo senza ordinazioni, e senza affari. E siccome il Tempo vola cosi Ella mi abbia presente di quando in quando per ajutarmi. Ben conosco di non meritare nulla dalla sua persona a cui tanto io devo esser grato e riconoscente, e se prego la bontà sua di volermi ajutare, non per altro lo faccio, perchè vedo che può far ciò senza verun danno, e senza pregiudicare alle cose sue.

Vivo dunque tranquillo e ripongo in Lei tutte le mie speranze, e oso lusingarmi che desse non andranno deluse.

Il Cardinal Camerlengo ha rimesso negli scorsi giorni ad un altro giudizio dell’Accademia la questione se Tenerani, o Mainoni debba eseguire il monumento per Turlonia. L’Accademia ha deciso in favore di Mainoni, e nello scrutinio ha avuto 21 voti favorevoli, e Tenerani 8. Non si sa neppur ora come andra a finire perchè Turlonia vuol per forza darlo a Tenerani e certamente la quistione avrà fine per mano del Tribunale.

Mi sono portato da M: Nicolai per presentarle le sue scuse se prima della partenza non passò a trovarla. Esso lo riverisce le dice mille e bramerebbe di aver presto quelle stampe che ha destinate per l’ornamento di una camera a Lei dedicata.

Carlesi è arrivato due giorni dopo la di Lei partenza rimase sorpreso di non trovar niente destinato per lavorare io gli ho dato qualche cosa per conto mio, Bardi pure è ritornato e mi domandò se Lei aveva lasciato dei lavori per lui ed io gli risposi per nessuno, in allora disse che sino al di Lei ritorno aveva da lavorare altrove. La Sigra Maria e Sigra Angiolina e tutti di Casa le fanno mille saluti Lo stesso faccio io, mentre coi soliti sensi della piu alta stima ed affetto desiderando un grato suo riscontro passo a confermarmi Di Lei Carissimo Sig.re Maestro

Servo Devotismo ed Amco Affemo

Roma 8 Febrajo 1830

Luigi Bienaimé

Archival Reference
m15 1830, nr. 18
Persons
Andrea Bardi
Last updated 22.02.2012 Print