Arkivet, Thorvaldsens Museum

 
No. 1817 af 10246
Afsender Dato Modtager
Giovanni Antonio Santarelli [+]

Afsendersted

Firenze

6.1.1818 [+]

Dateringsbegrundelse

Dateringen fremgår af brevet.

Bertel Thorvaldsen [+]

Modtagersted

Rom

Modtagerinfo

Udskrift: All’Illmo. Sigr. Sigr. [xxxxxx] / Il Sigr. Caval. Alberto Thorwaldsen / Celebre Scultore _ / Per via [sito] al suo studio / in Piazza barberini e / Roma.

Resumé

Kommentarerne til dette brev er under udarbejdelse.

Se original

Mio Carismo. Amico, e Pnee.

Un mio Amico in Firenze è stato incaricato da un Sigr., credo svizzero, di far fare in Italia una statua p un monumento della sua defunta consorte, che rappresenta una donna di grandezza naturale panneggiata all’antica con un vaso &c. Questo propone diversi scultori uno de quali è lei, e domanda con ingenuità il più abile, dalla risposta dunque nè venuto d’aver incaricato me di scrivere a lei, e domandarle il prezzo de suoi lavori, di che si compiacerà indicarmi qualche cosa p poter rispondere all’Amico. Io in Amichevole confidenza gli dico, che questo Sigr. si è espresso di voler spendere quattro cento Luigi, e l’Amico sogiunge che trattandosi d’avere un opera degna della sua riputazione, crede probabile, che cresca ancor di più, ma se ciò non fosse, mi faccia la grazia dirmi con altretanta sincerità se la da. somma di 400 Luigi gli puol convenire, e quali sono i suoi soliti prezzi; Se la parte architettonica del monumento sia fatta, o da farsi non lo sò p questo se ne porterà dopo convenuto il prezzo della statua. Io mi son chiamato ben fortunato d’aver questa commissione p richiamarmi alla memoria d’un amico che infinitamente l’amo al pari di quel che lo stimo.
Molte commissioni arretrate mi ha impedito di non avermi potuto occupare all’esecuzione de suoi ritratti, che con tutto l’impegno, che pol immagginarsi me ne occuperò al più presto che mi sarà possibile. Ecco già passato un anno ch’ebbi il piacere d’abbracciarla in Roma; io voglio sperare che la sua salute sia stata ottima, come la mia con quella della mia famiglia, che tutti m’impongono de distinti complimenti, in particolare il mio ragazzo il quale seguita a studiare, e son ben contento de suoi progressi, come ancora nè contentismo. il Sigr. Fabre, che vi si occupa a derigerlo con tutto l’impegno, e parimente questo m’incarica de suoi complimenti.
Si compiaccia in fine gradire i sentimenti della mia perfetta stima, e con sincero attaccamento hò il piacere d’obbo. e confirmarmi costantemente.
Firenze li 6 Gennajo 1818.

Suo Affmo. Sero. ed Amico

Gio: Antio. Santarelli

Arkivplacering
m5 1818, nr. 4
Sidst opdateret 10.05.2011 Print