16.1.1820

Sender

Pietro Tenerani

Sender’s Location

Rom

Recipient

Bertel Thorvaldsen

Recipient’s Location

København

Information on recipient

Ingen udskrift.

Dating based on

Dateringen fremgår af brevet.

Abstract

The commentary for this letter is not available at the moment.

Document

[xx]mo: Sigre: T[ho]rvald[sen], e Maestro Carissimo

Roma li 16 Genno. 1820.

[xxxxxx] L’eccessiva dilazione in scriverle non ha avuto origi- [ne xxx] da mancanza d’attaccamento alla sua rispettabilissma: [xxxxxxx] a ne da poca atti[v]ità ai suoi affari, ma ho creduto [bene] di non complicare lettere pregando il Sige: Freund di darli quelle notizia giuste dell’andamento del suo Studio che mi assicura d’avervi adempito.
Ora poi che siamo entrati nel nuovo Anno mi renderei immeritevole di tanti benefizj da Lei ricevuti, e dell’amicizia che m’ha per il passato onorato se io non cogliessi questa buona occasione per spingerli i più lieti anguri di felicità per l’avvenire, con pregare il Cielo per la conservazione della sua salute troppo necessaria alle Belle Arti, e principalmente alla Scultura che riconosce dal di Lei raro Genio il suo risorgimento. Mi reputerò ben fortunato se i miei voti saranno esauditi, e molto più se in seguito averò la fortuna di stare inseporabilmente al suo fianco a godere di quella confidenza che procurerò di fare ogni sforzo per meritarmela, e che non mi dovrà accordare, che doppo avere esaminato la mia condotta durante la sua assenza.
Non manco di darli le notizie attuali del suo Studio che fo il possibile di regolarlo con quella prudenza che si richiede, e per darli una idea precisa dello stato presente assegnerò a ciascun Giovane i lavori che ho fatto e che va eseguendo.
Bogazzi ha terminato la Cariatide ad eccezzi[one della …] tonaca di dietro che ho creduto di farla fi[nire xxxxxxxxx] per occupare Bogazzi al Bassorilievo deg[li xxxxxxxxxx] che avrà in breve terminato. Tanto il ma[xxxxxxxx] l’esecuzione e felicemente riuscita. Bienem[e ha] molto avanzato la Venere che prima d’un mese sarà finita e lavorato il ritratto del Duce d’HollsteinI in un Marmo bellissimo al contrario di quello della Venere che è riuscito brutto. E venuto un suo Nipote che lavora le pieghe nel tronco del Mercurio: questo Marmo e parimente bellissimo. Tacca dopo aver finito la Ballerina ha lavorato quel Bassorilievo chiamato dell’Anima beata, e questo sarà ultimato in dieci giorni. LiviII a stato mancante per molto tempo per causa di malattia: ora si è occupato della Ebe che ho fatto abbozzare in uno di quei Marmi comprati da mio Zio ove in un altro Pezzo vi si levò la Speranza: ma questo è diverso e assai bello. Gaeti terminò l’Amorino e alla fine del passato luglio parti per Carrara e si è cola trattanuto a sbozzare quattro bassorilievi due Notte e due Giorni. E ritornato pei primi di Novembre ed ha messo vi punti il Carro d’Alessandro e preparato di gradino un pezzo di fregio levato dai punti da Michelangelo. Presentamente sbozza la mia Venere.
[Rag]gi fini di preparare il bassorilieve del Priomo [xx]noi preparò quello della Briseide, indi parti per Carrara fino dal mese di Settembre.
Ho molto piacere che non si dispoga a ritornare che dopo la di Lei venuta. Michelangelo terminato che ebbe e Bassorilievo della Briseide levò dai punti un pezzo di fregioIII del Dono inviato ad Alessandro che ha finito di preparare Gaeti. In questo momento lavora dal Sige: Alvarez. Babboni ha fatto la Venere, il bassorilievo detto l’Anima BeataIV, quello degl’Apostoli, terminato il Mercurio l’Ebe e varj ritratti. Kessels ha lavorato nella figura del Ganimede. Pettrik la Cariatide a norma del patto fatto con lei. Cali il Monumento per quella Dama Inglese e due ritratti. Moglia e stato molto male ed è tuttora convalescente. Si è poco occupato per lei. L’UnghareseV il pezzo di fregio ove sono le pecoreVI ad eccezzione delle figure sulle mura. I miei lavori sono la Osterman il Bassorilievo di Priamo (che mi hanno preso piu di tre mesi di tempo questi due lavori) finito cinque ritratti il pezzo di fregio del Bacofano, e li spettatori sulle mura di Babilonia. Sono occupato attualmente della mia Psiche che mi fanno premura.
Dopo di questa che sarà alla metà del ro[xxxxxxxxxx] lavorerò nella BallerinaVII pche il Principe [xxxxxxxxxx] me l’ha raccomandata, e il Sigre. Chiaveri m[xxxxxxxxxx] coste, a questa la farò sempre unito a qualch[e] bassorilievo e ritratti. Credo opportuno d’occupar[e] tutti i Giovani capaci, e me unito a finire i quattro tondi Bassorilievi grandi e le Cariatidi, parimente la Venere prima, il Pastore, la speranza, ed altri lavori che si trovano avanzate prima di far avanzarne dei nuovi perchè non sappiamo ove rivoltarsi, per quanto è pieno lo studi[o.]
Aspetto i Marmi Ordinarj per il Marte e i quattro Bassorilievi. Non ho potuto far cominciare le Grazie perche il Formatore non ha mai finita la forma stante la sua lunga malattia. Spero di farle principiare alla fine del corrente che allora sarà sbigata anche la forma.
Il Sige: Marchse: Sommariva che ora sta a Napoli mi prega di salutarlo. Esso si chiama contentissim[o] del avanzamento del Fregio. Launitz si occo[pe]rà anche lui nel di Lei studio e lo saluta.
Le fo mille saluti [x] parte della Siga: Annamaria e d’Elisetta che sta benissimo e legge e scrive passabilmente. L’Economo del Accademia di S. Luca non m’ha voluto pagare la metà della sua Mesata [x] mancanza autorizazione. Ho supplito a questi innesiggibili appuntamenti con denaro preso dal Sige. Freund. Se lei ha piacere che io li ritiri mi spedisco la Procura come anche ne ho bisogno per esigare il pagamento del bassorilievo degl’Apostoli per la Corte di Losanna quando sarà ultimato. Senza di questa certamente non mi presento al Pagatore perchè era venuto allo Studio anche per pagarmi la seconda rata che non ha effettacato per la sude: mancanza. Scrissi al Banchiere di Venezia Sige. NaranziVIII (subito che la fusione dei Bronzi per l’Isole IonieIX era ben riuscita) di destinare Persona qui in Roma per ritirare e pagareX il Monumento al Generale MaitlandXI e gl’avevo aumentato la somma di Scudi 300XII a norma della di Lei istruzioneXIII per il lavoro di piu del contrattoXIV. Dopo due mesi mi risposeXV che aveva rimesso la mia lettera al committente Sige: BulzoXVI (che allora trovavasi in Milano) affinchè dasse ordine ai suoi Banchieri di finire l’affare: finora non ha sapputo altro. Per altro i fonditori PrusianiXVII sono stanchi d’aspettare piu il pagamentoXVIII, come lo eravamo noiXIX per il ritardo della fusione. Pazienteranno anche loro.
Sono molto contento dei sude: lavori di bronzo, e piu ancora dello sportello di ciborio in Argento ottimamente fuso. Lord Lucan mi ha pregato di fare incassare i due bassorilievi il Giorno e la Notte Mr: Divett mi fa dire per la BenincampiXX che vorrebbe presto i suoi lavori. Come Lei sa non ci è di finito che il Ganimede e con poco anche il Pastore. Sarebbe necessario che Ella mi dicesse a quanto ascende la somma da lui ricevuta in conto, poichè non posso rilevarlo da quelle corte lasciatimi. Capisco assai bene di averlo annojato con qeusto mio lungo sermone, e per questo mi fermo solo a pregarlo di venire al più presto possibile perche è troppo grata, e necessarià la sua presenza in Roma. Io sono debole senza di Lei, che mi dava, e consigli, e coraggio. Tralascio di rallegrarmi seco lei degl’onori giustamente tributatigli perche son certo che Ella e persuaso del mio attaccamento. Mille rispetti p parte dei Giovani dello studio del Sige: Freund e di tutta Roma. Sono ossequiosumente e rispettosamente a protestarmi

Suo Dev Servo ed Affmo. Amico
Pietro Tenerani
P.S. Mi faccia grazia di salutarmi il Sige. LundXXI e il Sige. Espergh.

General Comment

Første ark af brevet har flere huller især for oven, hvilket har forårsaget teksttab flere steder.
Brevet består af to ark, der oprindelig ikke har været knyttet sammen som et og samme brev, hvorfor brevets to dele ligger hvert sit sted i det fysiske arkiv på Thorvaldsens Museum.

Archival Reference

m6 1820, nr. 7 og m6 1819, nr. 60

Thiele

Delvis gengivet hos Thiele III, p. 39.

Subjects

Persons

Works

A203 Christian Carl Friedrich August, 1819, inv.nr. A203
A258 Thomas Maitland, 1818, inv.nr. A258
A600 Minerva, sandheden og løgnen, 1818, inv.nr. A600
A624 Gravmæle over Stanislaus Chaudoirs hustru, 1818, inv.nr. A624

Commentaries

  1. Dvs. Thorvaldsen buste af Christian Carl Friedrich August, A203, hertug af Augustenborg og Holstein.
    Oplysningen dokumenterer tidspunktet for marmorhuggerens færdiggørelsen af busten. Herefter forestod kun Thorvaldsens endelig godkendelse og evt. finhugning af busten.

  2. Enten Livi den ældre eller den yngre, jf. Livi. Allerede Thiele bemærker, at en del af assistenterne i Thorvaldsens værksted er ubekendte, se hertil Thiele III, p. 125-26, samt referenceartiklen Thorvaldsens assistenter.

  3. Dvs. stykke af frisen Alexander den Stores indtog i Babylon, jf. A503.

  4. Dvs. relieffet til Gravmæle over Stanislaus Chaudoirs hustru, A624. At Thorvaldsen også benævnte relieffet Anima Beata (dvs. den velsignede sjæl) fremgår af hans liste af tidligst 1818. Der findes også en anden variant, formentlig tidligere af relieffet, nemlig Svævende kvinde og dødens genius, A625, samt en forudgående tegnet skitse C168r.

  5. Den omtalte ungarer må være billedhuggeren István (Stefan) Ferenczy, se artiklen om Thorvaldsens assistenter.

  6. Af brev af 3.12.1819 fremgår det også, at han arbejder på “det stykke af Frisen vorpaa der er Faarene”.

  7. Sandsynligvis Danserinde, jf. A178, bestilt af den østrigste fyrste og kunstsamler Nicolaus Esterházy.

  8. Dvs. Spiridion Naranzi, der var tovholder og økonomibestyrer på bestillingen af monumentet over Thomas Maitland, jf. busten A258 og relieffet Minerva, sandheden og løgnen, A600. Læs evt. mere om monumentet og sagsgangen i referenceartiklen Bestillingen af Thomas Maitlands monument.

  9. Dvs. kolossalbusten af Thomas Maitland, jf. originalmodel A258, og relieffet Minerva, sandheden og løgnen, jf. A600, der blev støbt i bronze hos bronzestøberne Jollage & Hopfgarten i Rom. Begge dele var udført til et monument over den britiske generalguvernør Thomas Maitland, der omtales nedenfor. Hovedet af busten var støbt før Thorvaldsens rejse til Danmark, (påbegyndt 14.7.1819), mens resten af busten og relieffet blev støbt kort før 2.10.1819. Se hertil P.O. Brøndsteds brev af 2.10.1819, der beskriver støbningen.

  10. Det vides ikke med sikkerhed, hvor mange penge, Thorvaldsen i alt fik udbetalt for monumentet over Thomas Maitland. Han har fået udbetalt 250 zecchiner i 1818, jf. brev af 3.2.1818 (dvs. ca. 725 scudi, jf. referenceartiklen om datidens møntenheder). Af Thorvaldsens værkstedsregnskab af august 1819 – marts 1820 fremgår det desuden, at billedhuggeren fik udbetalt 850 scudi, heraf blev de 450 scudi udbetalt til bronzestøberne, jf. regnskabet af marts 1820 – december 1821. Det må disse sidste 850 scudi, Tenerani omtaler her.

  11. Dvs. monumentet over Thomas Maitland, jf. de ovennævnte værker i bronze, kolossalbusten Thomas Maitland, jf. originalmodel A258, og relieffet Minerva, sandheden og løgnen, jf. originalmodel A600. Læs evt. mere om monumentet og sagsgangen i referenceartiklen Bestillingen af Thomas Maitlands monument.

  12. Hvad denne store forøgelse af prisen skyldes, vides p.t. ikke – prisen blev tidligt i bestillingen hævet med et ikke navngivet beløb pga. ønsket om en tredje figur i relieffet, jf. brev af 7.4.1818. Det kan være dette, der omtales her, men der kan også være kommet senere omkostninger til, som blot ikke er belagt med kendte kilder.

  13. At Thorvaldsen havde krævet prisen hævet pga. tilføjelsen af en tredje figur i relieffet, ses i den omtalte Bulzos brev af 7.4.1818. Om det udelukkende er dette, der her refereres til, vides ikke, jf. kommentaren til aumentato la somma di Scudi 300 ovenfor.

  14. En egentlig kontrakt kendes ikke, men bestillingen beskrives i Paolo Prossalendis brev af 3.5.1817. Her nævnes dog ingen pris. En kontrakt må være blevet udarbejdet omkring marts 1818, jf. Naranzis brev af 25.5.1819, hvor en fastsat frist på ti måneder omtales.

  15. Dette brev fra Naranzi til Tenerani kendes p.t. ikke.

  16. Dvs. den jonisk deputerede embedsmand Dionisio Bulzo, der repræsenterede monumentets bestillere (disse kendes p.t. ikke ved navn) og som over for Thorvaldsen tog hånd om det motiviske indhold i monumentet.

  17. Dvs. bronzestøberne Jollage & Hopfgarten, der udførte bronzestøbningerne af både busten, jf. A258, og relieffet, jf. A600, jf. omtalen af monumentet ovenfor.

  18. Bronzestøberne fik udbetalt 450 scudi den 8.3.1820, jf. regnskabet af marts 1820 – december 1821.

  19. Heraf fremgår det, at forsinkelsen af monumentets færdiggørelse ikke kun skyldtes Thorvaldsen, men også bronzestøberne Jollage & Hopfgarten.

  20. Den italienske billedhugger Teresa Benincampi.

  21. Den danske maler J.L. Lund.

Last updated 23.03.2017