Arkivet, Thorvaldsens Museum

 
No. 3271 af 10246
Afsender Dato Modtager
Giuseppe Spedolo [+]

Afsendersted

Firenze

Afsenderinfo

Rødt laksegl med utydeligt slyngmonogram.

12.8.1823 [+]

Dateringsbegrundelse

Dateringen fremgår af brevet.

Bertel Thorvaldsen [+]

Modtagersted

Rom

Modtagerinfo

Udskrift: Al Illmo Sige. Sige. Pren Colmo / Il Sige Cave: Alberto Thorsvaldesn / a Roma
Poststempel: 14 AGOSTO og FIRENZE

Resumé

Kommentarerne til dette brev er under udarbejdelse.

Se original

Illmo. Sigr. Sigr. Prne Colmo

Giuseppe Spedolo di Firenze Suo Umilisissimo Servitore. Si rende Ardito pma di Ossequiare VS. Illma: e di poi Salutarla distintamente e di poi esibirle La Sua debol Servitù. Nella Circostanza di Aver presentito che VS. Illma: Sia in breve p abitarsi qui in Firense p far formare Sotto suoi Occhi alcune delle sue Eccellente Opere p Calcarsi in Terra di Impruneta Onde essendo Ancor io un debol Artista di Scultura in Marmo e p Bontà di questi Miei Colleghi Accademico Artista e Professore in questa [xtx]a. I. e R. Accademia delle Belle Arti in Conseguenza di una certa Capacita e pratica nell’ Modellare. Onorato dunque dalla sua ben Nota Bontà io Non Vedo il Momento di contestarle di persona. La mia Stima ed ella mi ridarà una prova facendo un Saggio dell Mio scarso talento, che farò detto in questo genere p meritarmi, Se non La sua stima almeno il suo Compatimento, in quello che p tal rapporti Sarà p Comandarmi.
Se mai volesse qualche informazione Sopra La mia debol Capacita in questo, et altri Lavori, potrà prender Cognizione di me da questo Sigr Cave. Baron Giov. dgl Alessandri direttore di Questa I. E R: Accademia delle Belle Arti come pure dl Sigr. Cave: Pietro Benvenuti Maestro di Pittura ind. Accad.
Parimente quando VS. Illma Sara qui Se Ella Se ne degnera poter fargli Vedere alcuni Bassirilievi da me fatti Ultimament. p questa R. Villa dl Poggio, e Ancora qualche Lavori in Marmo p questa I. Palazzo Pitti, e qualche altro Busto in Marmo p altri SSri Particolari.
La viva Brama di Aver il pregio di Servire un degno Artefice Suo pari, mi à reso ardite di Lei Senza Contargli La scarsezza dei Travagli qua in questo genere: Motivi tutti che mi hanno fatto Coraggioso, a recargli disturbo con il passato.
Son Sicuro, che La sua Affabilità, e bon Cuore Non dovrà Negarmi L’Onore de suoi Carattere unito all’Ossequio de suoi Comandi.
Ed in tale Espettativa Rimanarle Con [tu]tta La Stima [xxx]vare Sale[x]. Rispettose gl B.L.Mani

D VS. Illa
Firenze 12. Agosto 1823
Il mio Studio, e in Via Benedetta al No 3767.
Devotso Obbo Servitre
Giuseppe Spedolo
Arkivplacering
m8 1823, nr. 72
Sidst opdateret 10.05.2011 Print