The Thorvaldsens Museum Archives

 
No. 1331 of 10246
Sender Date Recipient
Ferdinando Mori [+]

Sender’s Location

Napoli

Information on sender

Brevet har været forseglet.

27.2.1814 [+]

Dating based on

Dateringen fremgår af brevet.

Bertel Thorvaldsen [+]

Recipient’s Location

Rom

Information on recipient

Udskrift: Al Sigr Cav.re Alberto Thorwaldsen / Roma

Abstract

The commentary for this letter is not available at the moment.

See Original

Stimo Sige. Cav Thorwaldsen

Partendo improvisamente da Napoli mio Cognato Ciuli non mi trovai pronte le prove delli altri rami che avevo incisi, ma spero fra giorni spedirgli con il Coriere che postò lo stesso mio Cognato delle Prove del Bucefalo, della figura a Cavallo, e della figura della Pace che ho incisa separata dal gruppo della famiglia di Magio, ma che pole unirsi. Attualmente stò incidendo il Lato in picciolo dove è il Carro di Alessandro per fare poi subito l’altro rame della famiglia di Magio, e cosi avrò finito tutto questo lato. Riceverà unitamente alle sude
prove li medesimi quattro disegni che già mi spedi; i quali avendoli alcuni incisi, altri esattamenti lucidati, mi è inutile ritenerli di più pregandola di volerseli tener Lei, e farmi grazia di gradirli. Indi inciso il rame della famiglia di Magio inciderò tutto l’altro lato in picciolo, e l’altro rame dell’Elefante, e cosi sarà terminato questo secondo lato. Io penso di pubblicare un lato alla volta, perche cosi più presto si vedrà alla luce quest’opera, e per me è di maggior vantaggio, ed il primo sarà il Lato dove è il carro di Alessandro. Vorrei inserire questo fregio con li altri trentadue rami già pubblicati numerando la prima tavola di questo, cioè tutto il primo lato in picciolo No 33. e poi gli altri tre lati in picciolo, indi il fregio di grande principiando da Alessandro, e finire con il rame della pace. Ma siccome voglio pubblicare un lato alla volta ed entrando nel lato del Carro d’Alessandro li ultimi numeri di rami di questo fregio, La prego a volermi spedire subito un lucido delli disegni in picciolo delli altri due lati del fregio con le indicazioni di come sono divisi i disegni in grande, oppure mi mandi i disegni grandi. Dico un lucido delli tutti in picciolo perche questo mi basta per inciderlo, avendo poi i disegni in grande. Io farò venire immediatamente della carta per stampare, ed Ella intanto si compiacia di rimandarmi quelle prove in carta da scrivere facendosi a lapis rosso quelle correzzioni che gli piacciono, e scrivendo sotto quello che ha espresso in ogni pezzo di questo bassorilievo acciò possa far subito incidere il caratte ed avanzare la stampa. Dico d’inserire li rami di questo fregio con li altri 32 già pubblicati perche mi compone un tomo più riguardevole al quale vorrei fosse aggiunto un foglio, e mezzo, o due fogli di testo con la Dedica al Sigr. Baron di Schubart, e con una indicazione Storica-Artistica di ogni sua opera in esso contenuta, la quel cosa se Ella potesse averla in amicizia dall’Ab. Guattani mi farebbe gran favore, diversamente gli lo scrivero io medo e spero che non mi aggraverà nell’interresse trattandosi di breve cosa; quello che desidererei sarebbe l’avere questo scritto con sollecitudine per fare intanto stampare. Avrà bontà ancora di scrivermi quello che vol mettere sotto i rami delli 4 lati in picciolo, se crede scriverei ò nò ciò che Ella vi ha espresso, ma quello che è indispensabile si è che io abbia la precisa dimenzione ed altezza de’ lati intieri. Terminato questo fregio con mio sommo piacere inciderò le altre sue opere delle quali ha fatto fare i disegni, e da quelle incominceremo un’altro volume essendo ora desideroso di compire il primo come ho detto con questo fregio che tutti sono desiderosi di avere. Spero che Ella non abbia nulla da opporre a questa mia idea, e che a Lei basti che sia sollecitamente pubblicato, di che ancor io sono impegnato. Desidererei sapere se al Console di Danimarca potro rimettergli per il Sig Bar. Schubart questo fregio un lato alla volta come voglio pubblicarlo, ovvero compito che sarà tutto, e se egli è stato incaricato dal medo Sigr. Barone di ricevere queste copie, e di pagarle.

Sento dalla sua lettera che gli sono rimaste No 76 copie, e che Ella non vole le cinquanta che già erano sue, la prego perciò a non mortificarmi con tal rifiuto, e se non ne vole 50 ne prenda almeno un qualche nummero che io mi farò un dovere di completarglilo con il fregio d’Alessandro, e con il testo, pregandola a voler gradire questo, come un picciolo segno della stima, e dell’attaccamento che io ho per l’alto suo merito, e per la sua degnissima persona. Desidererei sapere se ha mandate delle copie in Firenze li quali non sieno vendute perche mi sembra che il numero delle smaltite, e quello delle restanti non compongono il totale di 200. Volendo ancora toglergli questo imbarrazio dalle mani, come anche Ella desidera gli avevo richiesto conto di quanto gli sono debitore parendomi che lei avesse notato ciò che aveva ricevuto, e si era ritirato dalla vendita di quest’opera, e guardi nella carta del nostro contratto che là deve essere ciò segnato. Nulladimeno gli esporrò già sotto quello che io posso conteggiare, e lei mi dirà se va bene. Lei dice di averne vendute venti copie a persone che gli sono venuti a cercarle; non sò se in queste venti copie vi sieno comprese quelle delli Riepenhausen, Rauc, ed altri li quali gli le richiesero avanti che io partissi.

La prego a volersi dar la pena nel favorirmi in tutto ciò che in detta mia gli ho notato, e lo spero con sollecitudine, essendo anche suo desiderio che quest’opera sia presto pubblicata

Pieno di sincera stima ho l’onore di dirmi

Napoli li 27 Febraro 1814

Suo umo Servo, ed Affmo Amico
Ferdinando Mori

Tutte le spese, comprese quelle che si fecero in ultimo con il denaro medesimo che si principiava a ritirar dalle vendita delle copie, asc[e]nde a Z 262.36 della quale somma totale. Ella n’era di me creditore. Il nummero delle Copie stampate fu di 200

Denaro da me introitato in Roma e rimesso

al Sig.e Alberto in de falco del suo credito di 262.36 Conto delle Copie  
Di Copia No 1 venduta al Sige Canova 02 ,, _ Smaltite da me in Roma No_ 27
  1 Camuccini 02 ,, _ Restate in mie mani … 04
  1 Dodwell 02 ,, _ Data al Cav. Venuti… 01
  1 Finelli 02 ,, _ ........ al Sig.e Stern… 01
  1 Pikler 02 ,, _ Portate meco in Napoli… 20
  1 Gmelin 02 ,, _ Vendute dal Sig.e Thorwaldsen 35
  1 Beninecampi 02 ,, _ Somma Copie     88
  1 Bystrom 02 ,, _ Copie rimaste     76
  1 Vagner 02 ,, _   164
  1 Eberhard 02 ,, _  
  1 Landi 02 ,, _  
  1 Principe Gabbrielli 02 ,, _  
  1 Le Thiere 02 ,, _  
  2 Fabre 04 ,, _  
  1 Marini 02 ,, _  
  1 Uggeri 01,,50  
  2 Principes. Dietrichstein 04 ,, _  
  1 Pr. Sax Waimar 02 ,, _  
  1 Nenci 02 ,, _  
  1 Grazini 02 ,, _  
  3 vendute a Napoli da Berger 06 ,, _  
  2 Piale 03,,06  
Copie 27 Somma 53,,10  
    Vendute dal Sig.e Thorwaldsen    
    avanti la mia partenza da Roma    
  2 Riepnhausen 04 ,, _  
  2 Rauc 04 ,, _  
  1 Ficher 02 ,, _  
Copie 30 M. B. Schubart 60 ,, _  
  35 Somma     123,,10 defalcata dalla sude somma del suo
    credito di tutte le spese di 262,,36  
    Resto creditore di 139,,26 Dalli quali poi defalcato ciò
  che Ella avrà introitato della vendita eseguita dopo la mia partenza mi farà grazia di dirmi di quanto gli sono ancora debbitore, onde possa rimetterglene l’ammontante
Archival Reference
m4 1814, nr. 4
Last updated 10.05.2011 Print