The Thorvaldsens Museum Archives

 
No. 1295 of 10246
Sender Date Recipient
Ferdinando Mori [+]

Sender’s Location

Napoli

10.12.1813 [+]

Dating based on

Dateringen fremgår af brevet.

Bertel Thorvaldsen [+]

Recipient’s Location

Rom

Information on recipient

Udskrift: Al Sigr Alberto Thorwaldsen / Roma

Abstract

Kommentarerne til dette brev er under udarbejdelse.

See Original
Stimo Sig.re Thorwaldsen Napoli li 10 Decembre 1813


In attenzione di quanto Ella promise al mio Cognato Ciuli, cioè che mi avrebbe risposto in iscritto sù ciò che nella mia delli 19 dello scorso mese gli dimandava, ho prolungato fino ad ora di dar commissione, e rimettere denaro a mio cognato per accomodare gli interressi che passano fra me e lei tanto per quello che ha dato a Camilli per mio conto, quanto per ciò che gli devo ancora del suo avere, che rimborzarsi doveva collo smercio delle stampe se prima con altra somma non l’avessi potuto sodisfare. Onde Ella intanto riceverà dal Ciuli li Ventiquattro scudi che Camilli dissemi aver ricevuti da lei per la continuazione de disegni del Fregio fatti per mio conto, e forse di più in oltre Ella abbia per simili lavori pagato per conto mio. Indi lasciandosi per se le Cinquanta copie donnate, potrà vedere quante ne restono invendute da rendermesi, sodisfacendo il mio delbito a pronto contante. Potrà conteggiare come da me già ricevute le venti copie che portai meco in Napoli e le due portate in Roma, una da Monaldini, e l’altra da Piale; e sommando quello che dalle copie vendute ella ne ha ricevuto il denaro in isconto del suo credito, potrà dirmi quello che gli devo ancora, e sarà saddisfatto. Camilli, tanto di ciò che ha già fatto tanto per quello che farà sia di disegno o sia d’incisione sarà da me sodisfatto facendolo pagare dal do Ciuli, o facendo rimettere a Lei dal medo Ciuli il denaro ch’ella possa aver dato a Camilli di mano in mano che egli avrà fatto del lavoro per mio conto, e per uso dell’opera mia. Intanto che sta terminando il Carro di Alessandro, ed il Bucefalo desidero di avere i disegni del rimanente del fregio per destinare i rami da incidersi da Camilli, e conoscirne con esso i prezzi. Ed essendo io di sentimento di voler la pregare di gradire il dono di questi disegni stessi che faccio fare per servire all’incisione, che Ella potrebbe avere dopo incisi, se lei amasse ritenerseli fin dal momento che saranno fatti mi basterà poterne avere, in vece delli disegni, delli Lucicidi fatti dal medesimo Camilli con tutta l’esattezza, e diligenza, mediante la di lei assistenza, ed io considererò questi come i disegni. La prego però in tal caso a volermeli far fare subito, acciò mi sieno immediatamente spediti tutti; tanto dico per il Fregio quanto per le altre cose da lei fatte che da Camilli sieno state per me disegnate.

Pieno di stima ho l’onore di essere Suo obbmo Servo Ferdinando Mori
Archival Reference
m3 1813, nr. 30
Last updated 10.05.2011 Print