Arkivet, Thorvaldsens Museum

 
No. 6124 af 10239
Afsender Dato Modtager
Filippo Benucci [+]

Afsendersted

Milano

Afsenderinfo

Brevet har været lukket med et rødt laksegl.

12.5.1833 [+]

Dateringsbegrundelse

Dateringen fremgår af brevet.

Bertel Thorvaldsen [+]

Modtagersted

Rom

Modtagerinfo

Udskrift: All’Illmo Signore Prone Colmo / Il Sigre Cav.re Alberto Thorwaldtsen / Celebre Scultore &c &c / Roma.

Resumé

Kommentarerne til dette brev er under udarbejdelse.

Se original
Mio Carisissimo Amico Milano 12. Maggio 1833.

La ricevuta della lavandara, che io dovea includervi nella mia, che si scrissi mi venne giorni sono nelle mani, cosiche mi trovo in dovere di compiegarvola, ancorche sia certo che non avrete pensato male di me, ed avendo l’opportunità di farvi avere la presente franca di posta per non darvi doppio fastidio. Mio caro Thorvaldsen vi prego di ricordarvi di me Voi potete farmi gran bene ora, che io sono nel commercio di quadri antichi, se S.M. Il Re di Baviera fosse, o venisse in Roma parlategli di me io sono spesso a Monaco il p/ Direttore Cornelius mi conosce, e mi vuol bene, e cosi anche in generale tutti dell’accademia una vostra parola con S.M. e se potesse in presenza del Sig Cornelius, che son certo, che direbbe ancor lui in mio vantaggio, ora cioè lo scorso inverno ho fatto acquisto di un piccolo Pietro Perugino capitello, che alcuni la credono della prima maniera di Rafaello è la Madonna, e Bambino; ho un piccolo Carlo Crivalli autore antico e raro, e spero di avere un Masansi di prima bellezza, ho anche una Madonna, e Bambino di Cinea da Conigliano; un altra del Mantegna, e diversi altri, cosi anche ricordatevi di parlarne con quei Sigri Amatori, e potate dirigerli al Sig Silva in Milano, dove io se non vi sono lascio i miei quadri; ed egli poi possiede i bellissimi Luini, tutti gli amici vi salutano particolarmente il Prof. Marchesi, ch’è uno dei miei prottettori, e mi fa del bene. Pelaggi e a Torino a dirriggere la decorazione di un Palazzo di S.M., io lo vedrò presto; mentre partirò per Torino spero in breve, e di poi passerò a Monaco, ho anche un bellissimo ritratto di donna di Morone d’Albino dello stile chiaro, che se fosse stato in vita il Sig Giacomo Sevia fidenza mi assicura, che l’avrebbe subito comprato ho sempre la speranza di tornare a Roma se gli affari mi andranno bene. salutatemi gli amici che si ricordano di me e con tutto l’attacamento e stima mi rassegno

Il Vostro affmo Amico
Filipo Benucci

Arkivplacering
m18 1833, nr. 55
Sidst opdateret 10.05.2011 Print