The Thorvaldsens Museum Archives

 
No. 4057 of 10246
Sender Date Recipient
Cesare Catena [+]

Sender’s Location

Rom

28.12.1826 [+]

Dating based on

Dateringen fremgår af brevet.

Bertel Thorvaldsen [+]

Recipient’s Location

Rom

Information on recipient

Udskrift: All’ Molto Illustre Signore / Cavaliere Alberto Torwal-/dsen / In Via Sistina Nro: 47.

Abstract

The commentary for this letter is not available at the moment.

See Original

Stimatissimo Signor Cavaliere

Casa li 28: Xbre 1826

Memore l’umile Sottoscritto delle attenzioni, e beneficj da Lei Ricevuti non può almeno nella prossima Ricorrenza del Nuovo incominciamento dell’Anno, di Auguranglierlo felicissimo, e di cuore desiderargli tutte Le Maggiori felicità, che possa mai desiderare, e Lunga Serie di Anni apresso ricolmi di Sanità, ed allegrezza. Spera pertanto lo Scrivente che Lei Sarà per gradire questi Sinceri Sentimenti dettati da un Sincero Cuore grato, e riconoscente ed incoraggiro da ciò, e persvaso, che la maggiore felicità, e piacere, che si possa dagli Uomini Illustri provare al Mondo, sia quella di potere fare del bene, e promouvere l’onore, e la Virtù: molto più poi quando ciò si possa ottenere con Piccolissimo incomodo di borsa; che perciò posto questo giusto Principio con tutto il Coraggio si rivolge il Supplicante alla Sua Sperimentata bontà, e con tutta la verità ed umiltà gli espone, che essendo necessitato, e consigliato per riordinare, e riacquistare La Sua Piccola Pensione di Baviera di dovere mandare un Quadro d’invenzione in Saggio all’Accademia di Monaco per ottenere La Continuazione della detta pensione: sicome per altro per eseguire questo Quadro e poterlo Studiare meno Male, che Sia possibile si rende necessaria una Spesa almeno di una Cinquantina di Scudi: e d’altronde questi certamente lo Scrivente non gli hà nè gli può trovare, se non ricorrendo alla bontà, e generosità di Molti Amici, e beneffatori, i quali degnandosi con piccolo incomodo di Tassarsi, di dare una piccola Cosa per uno il Mese, per lo Spazio di Mesi otto, che dovrà ad un dipresso durare il Lavoro di detto Quadro: possa allora cosi l’oratore ricavare un poco per volta la detta Somma, ed intanto andare Lavorando.
Spera pertanto il Supplicante, che anche Lei sia per degnarsi per Sua bontà, di Concorrere in qualche piccola parte a quest’opera di generosità, e perciò gli trasmette La presente qui aclusa Nota acciò prima d’ogni altro Voglia compiacersi di Sottoscriverla, indicando quella piccola Somma che più crederà di degnarsi di dare il Mese, e cosi il glorioso Suo Nome possa Servire di Stimolo, e di Esempio agl’altri per farli concorrere a quest’opera di Beneficenza.
di tanto si Lusinga, chi hà L’onore di Scrivere, mentre dalla Sua bontà tutto Spera ed intanto domandando Scusa dell’Incomodo che gli arreca con la presente, pieno di profonda Stima e rispetto passa a rassegnarsi di Lei.

Umo Omo Sre
Cesare Catena

P.S. Passerà poi Lo Scrivente in persona da Lei a riprendere La Nota.

Archival Reference
m11 1826, nr. 94
Last updated 10.05.2011 Print