21.2.1832

Afsender

Ippolito Fenaroli

Afsendersted

Napoli

Afsenderinfo

Sort laksegl med grevekrone over våbenskjold.

Modtager

Bertel Thorvaldsen

Modtagersted

Rom

Modtagerinfo

Udskrift: Al Celebre Scultore / Il Cavaliere Alberto Thorwaldsen / Roma / via Sistina No 46

Dateringsbegrundelse

Dateringen fremgår af brevet.

Resumé

Fenaroli scrive a Thorvaldsen da Napoli per raccomandargli l’amico Luini, in viaggio a Roma, che desidera conoscerlo per potere apprezzare le sue opere. Spera di poter tornare a Roma alla fine di Marzo e di poter vedere in quella occasione il bassorilievo da lui commissionatogli, rappresentante Cupido e Ganimede, cfr. A395.

Dokument

Prestantissimo Sigr: Cavaliere

Napoli 21 Febbjo 1832

Nell’atto che mi è grato di ricordare al Sre. Cavaliere l’amiciziaI e servitù mia, mi permetta che nel latoreII della presente le faccia conoscere il Conte LuiniIII di Milano mio ottimo amico, che fermandosi ad ammirare le pregevoli bellezze di codesta MetropoliIV desidera principalmente di conoscere la di lei persona non che le opere del celebre di lei Genio che tanto onorano il nostro Secolo.
Sul finire del prossimo Marzo io spero di essere di ritorno in Roma. ArdiscoV lusingarmi di veder portato a buon punto il mio bassorilievoVI che tanto raccomando allo zelo e premura del Sre. Cavaliere.
Ad ogni modo è principal mio desiderio di riverirla di persona e rinnovarle i sentimenti d’amicizia e profonda stima che mi faranno sempre essere

Di Lei Sre Cavaliere Ammo: Serve ed Ammire
Ippolito C. Fenaroli

Arkivplacering

m17 1832, nr. 21

Andre referencer

Bernardo Falconi: Luigi Basiletti 1780-1859: carteggio artistico; prefazione di Fernando Mazzocca, Ateneo di Brescia, Accademia di scienze, lettere ed arti, 2019, p. 140.

Emneord

Personer

Værker

A395 Amor og Ganymedes, 1831, inv.nr. A395

Kommentarer

  1. Il conte Fenaroli e Thorvaldsen dovettero essersi conosciuti a Roma sul finire del 1831, grazie a un amico comune, il pittore italiano Luigi Basiletti, come apprendiamo dalla lettera del 26.11.1831.

  2. Una volta fatta la conoscenza dello scultore grazie a Basiletti, il conte a sua volta si fa intermediario e incarica un amico di consegnare la sua lettera scritta a Thorvaldsen di persona, di modo che possa fare la sua conoscenza e vedere le sue opere.

  3. Stando alle ricerche finora svolte potrebbe trattarsi del conte italiano Giacomo Luini.

  4. Ovvero Roma.

  5. Fenaroli osa sperare che il suo bassorilievo possa essere già in buono stato di avanzamento al suo passaggio a Roma verso la fine di marzo. Presumibilmente il lavoro deve essere stato commissionato attorno alla fine di novembre dell’anno prima, quando si colloca il primo incontro del conte con lo scultore danese.

  6. Il bassorilievo a cui si riferisce Fenaroli è quello oggi perduto che faceva parte della sua collezione a Brescia, cfr. 16.4.1882, 22.4.1882 e 1853. Il rilievo rappresenta Cupido e Ganimede, cfr. A395.

Sidst opdateret 13.05.2020