The Thorvaldsens Museum Archives

 
No. 4723 of 10181
Sender Date Recipient
Pietro Antonio Bienaimé [+]

Sender’s Location

Carrara

Information on sender

Rester af rødt segl dækket med papir og med slyngmonogram PB.

29.3.1829 [+]

Dating based on

Dateringen fremgår af brevet.

Bertel Thorvaldsen [+]

Recipient’s Location

Rom

Information on recipient

Udskrift: All’ Illusmo: Sigre: il Sigre: Cavaliere / Comendatore Alberto Thorvaldsen / Egregio è Insigne Scultore / Roma
Poststempler: CARRARA og 2APR[ILE]

Abstract

The commentary for this letter is not available at the moment.

See Original

Illustmo: Sigre: Cavaliere Commendatore

Sarebbe un mancare a un mio preciso dovere presso la S.V.I. sè con questa mia venisi a darli contezza dei subblimi di Lei capi d’oppera, che V.S.I. mi à affidato per organo dell’mio fratello Luigi, che io mi dò tutto limpegno per riusire a una buona, è esata esecuzione in marmo, ed avere l’alto onnore di contentare, è servire il Sovrano di tutti li Artisti dell’arti belle.
Sull’merito del S. Pietro esso si ritrova in questo momento tutto smodellato, è scurito in tutte le sue parti senza incidenti nessuni, come pure l’Angelo è al medesimo punto, e che i marmi sono riusiti belli, e tutti di eguale tinta, e se perciò la S.V.I. si vole degnare di rimandare altri Apostoli sarebbe adesso il momento propizio tanto per avere invista dei belli marmi, come ancora per aprofitarsi della buona stagione, è giornate longhe e sempre p vantaggio di V.S.I.
In quanto all’Basso rilievo delle tre Grazie queste pure credo assolutamente il marmo bello, e dirò ancora del Battistero di essere sicuro dove spero di avere l’alto onnore, che V.S.I. di presenza nè sara contento all suo arrivo quà.
Se pure la S.V.I. si vole degnare di farmi passare nelle mani del mio Fratello Luigi un poco di danaro asendente in circa a quattro cento scudi mi farebbero comodo p pagamento dei marmi a avanzamento ai lavori come più le agrada.
Mi aprofitto Illusmo. Sigre. Cavaliere Comendatore di questa favorevole occasione p protestarle la mia più umile servitù rispettosa, e supplicarlo, sempre a volersi degnare della di lei benevolenza, e protezione, e insegnamenti tanto al mio caro Fratello Luigi, come al mio figlio Angelo, è col più profondo rispetto li baccio rispettosamente le Mani, è mi dico a tutta prova

Carrara 29 Marzo 1829. di V.S.Ima.
Ubidientissimo Servitore
Pietro Bienaimé
Archival Reference
m14 1829, nr. 40
Last updated 10.05.2011 Print